Italiano

Happy Tihar

Se mi piace vivere e lavorare all’estero, è soprattutto perché permette un approccio antropologico piuttosto che turistico. Trovo affascinante scoprire le abitudini di una cultura e poterle osservare dall’interno.  

Tihar Festival

Schermata 2019-10-25 alle 17.50.51

Italiano

Sorrisi nel cielo

È da tempo che la mia voce non ha più il colore dell’italiano… Forse è un segno che mi sto staccando dalla mia vita passata, forse è un segno che sto facendo spazio per, finalmente, provare a imparare la lingua locale (che mi sembra così difficile da memorizzare)…

Se in campagna si costruiscono altalene di bambù per i bambini, è anche di tradizione di fare volare degli aquiloni durante Dashain (messaggio agli dei per fermare le piogge monsoniche). Anche questa è una bella tradizione che mette tanti sorrisi sui visi e nel cielo. Ce n’erano tantissimi sopra i tetti di Kathmandu, ma non ne ho visto molti a Pokhara. Per contro nel cielo sopra Pokhara c’erano tantissimi parapendii per colorare il cielo. Già sulla collina la vista è bella, ma chi sa che vista stupenda hanno da lassù, soprattutto quando le cime dell’Annapurna non sono coperte da nuvole.

qrf

Italiano

Happy Dashain !

qrf

Tra altalene di bambù, riti di adorazione della dea Durga, preghiere mattutine nei templi, sacrifici di animali e festeggiamenti in famiglia il popolo nepalese anche quest’anno ha concluso le celebrazioni dello Dashain, la più importante festività del calendario induista. 
Durante il mese di ottobre, per 15 gorni consecutivi l’intero Paese, senza distinzione di casta, celebra l’uccisione del demonio a opera della dea Durga,divinità della forza e della prosperità, come dire la vittora del bene sul male. 
La natura religiosa di questa festa impone riti antichi prestabiliti, come il recarsi ogni mattina in un tempio dedicato a una divinità diversa per accumulare influssi positivi che durano fino al Dashain successivo. Ma è anche la festa dei bambini, per i quali vengono costruite grandi altalene di bambù e funi di erba intrecciata su cui giocano dalla mattina fino al tramonto, mentre nelle città più grandi gareggiano con coloratissimi aquiloni costruiti con le proprie mani. Ma è anche una festa che prevede il sacrificio di migliaia di animali, bufali, pecore, capre e uccelli, il cui sangue viene fatto scorrere lungo le gradinate dei templi fino a bagnare le strade e i selciati delle piazze, suscitando le proteste sempre più accese degli animalisti.

https://www.focus.it/cultura/curiosita/dashain-la-festa-dei-nepalesi-25102012

Ecco finalmente alcuni giorni di vacanza per partire alla scoperta…

Italiano

Un pezzo di carta un po’ caruccio

Sapete che per comprare uno scooter, una moto, una macchina, o altro, qui ci vuole una dichiarazione della propria ambasciata, che dichiara che non ha nessun’opposizione al fatto che compriamo un veicolo. Una stranezza che non ho mai visto in nessun altro paese. Anche certi dei miei colleghi francesi ne hanno avuto bisogno per ottenere la patente di guida. Quando ho chiesto questo documento all’ambasciata svizzera, mi hanno detto che costava 4000 rupie (Frs 40.-). Scioccata, ho chiesto ai miei colleghi francesi se era così caro anche per loro. No, per loro era gratis…. Quando ho voluto chiedere perché costava così tanto, lamentandomi forse un po’ troppo perché per me rappresentava più di 6 ore di lavoro, il funzionario mi ha risposto che era il prezzo dei documenti in tutto il mondo e che comunque dovevo essere felice di aver un’ambasciata in Nepal, se no avrei dovuto andare in India. In più mi ha fatto notare che avevo potuto beneficiare, gratuitamente, della cena all’occasione della festa del 1° agosto. Sul momento, ho preferito rinunciare. Vedendo che il problema del trasporto rimane complicato, ho di nuovo cambiato idea. Oggi sono andata a prendere quel prezioso documento… sarà perché l’economia va bene in Svizzera, ma il prezzo è salito a 4600 rupie. Non ho neanche avuto la voglia di brontolare… ma quando ho letto “there is no possibility for the Embassy of Switzerland to have any objection or non-objection to her private plans. Therefore I am unable to issue such a letter. Regretting for not being able to issue the said letter, the Embassy of Switzerland appreciates any assistance given to Ms Ravey” mi son detta che forse era meglio raccontare la storia piuttosto che cercare di capire…

Singe T.

Italiano

La scrittura è la pittura della voce

Stamattina ho ricevuto la mia prima lettera… sì sì, una vera con un francobollo e con il mio nome sopra, una che si può toccare, una che ha fatto un vero viaggio di quasi un mese. Adesso che è così semplice mandare un messaggio o addirittura chiamare senza dover pagare un franco, mi chiedo perché mi piace ancora così tanto ricevere una lettera. Ripenso a quello che diceva Voltaire: la scrittura è la pittura della voce… ed è quello che mi piace, sentire la voce di chi si è seduto un attimo per condividere un momento con me. Adesso la mia sfida sarà di trovare come si fa a spedire una lettera da questo paese, dove non ho ancora visto né buca lettere né ufficio postale…

rhdr